Dottorato Linguistica

(in convenzione con "Roma Tre")

Descrizione

Il nuovo dottorato in Linguistica ha come oggetto di studio i linguaggi, nelle loro implicazioni e nei loro diversificati aspetti e connotati (da quello diacronico, applicato alle lingue indoeuropee o alla lingua italiana, a quello generale, teorico e applicato, con riferimento alle diverse lingue del mondo ma anche all’italiano, fino alla sua materialità acustica), costituiscono il momento di sintesi di questo Dottorato, che è inteso a promuovere e a perfezionare una formazione scientifica articolata su piani differenti, ma coesi intorno all’oggetto di ricerca costituito dal linguaggio e dalle sue manifestazioni nel tempo e nello spazio. Il Dottorato comprende due curricula specifici per la sede proponente (Roma “La Sapienza”), corrispondenti a due aree ben definite, che coprono le seguenti tematiche:
-- l'area degli studi glottologici (curriculum di Linguistica storica): metodologie e tematiche storico-linguistiche;
-- l'area degli studi di linguistica italiana (curriculum di Linguistica italiana): metodologie e tematiche proprie della linguistica e della dialettologia italiana.

La sede in convenzione (Roma Tre) attiverà, in fase iniziale, due ulteriori curricula specifici, corrispondenti a due aree ben definite:

-- l’area degli studi sincronico-teorici e l’area degli studi di linguistica computazionale e delle linguistiche areali, con riferimento anche alla didattica delle lingue (curriculum di Linguistica generale e applicata);

-- l’area degli studi di fonetica acustica (curriculum di Fonetica acustica).

Come si può vedere, la convergenza delle due sedi nella forma della convenzione consente di coprire l’intero spettro tematico delle discipline linguistiche, realizzando in tale campo un progetto formativo di altissimo livello, rarissimo nel panorama italiano (si può citare, con spettro disciplinare linguistico quasi altrettanto completo, il solo dottorato in Scienze linguistiche con sede a Bergamo – attivato in consorzio con Pavia).

Il dottorato si articola in quattro curricula:

La formazione degli addottorandi, inizialmente intercurricolare (in quanto la linguistica può esser considerata nel suo complesso un settore coerente e compatto), comunque mira a far raggiungere a ciascun addottorando, al termine del triennio, livelli di notevole approfondimento all'interno delle specifiche competenze di ciascun curriculum. Sarà stipulata una serie di accordi di collaborazione scientifica e didattica con altri Dottorati di interesse linguistico (in un paio di casi già sono pronte bozze da siglare all’avvio del dottorato qui proposto): tali accordi consistono nella possibilità di un reciproco riconoscimento delle attività didattiche e nella razionalizzazione degli inviti per conferenze a Colleghi italiani e stranieri, così da offrire agli addottorandi - a costi largamente sopportabili per le strutture - un più ampio spettro di opinioni scientifiche.

Obiettivi

Il Dottorato si propone di fornire agli addottorandi conoscenze approfondite e aggiornate sulle principali tematiche legate al linguaggio e alle sue manifestazioni linguistiche concrete nel tempo e nello spazio, e intende offrire gli strumenti per avviare una riflessione critica, funzionale a una ricerca originale, in tali settori.

Il Dottorato è per sua natura interdisciplinare, in quanto la linguistica si interfaccia con vari campi del sapere umanistico (storico, geografico, critico-letterario, filosofico, didattico) e scientifico-tecnologico (fisica acustica, fisiologia dell’apparato di fonazione, elaborazione di dati), ed è particolarmente aperta all'internazionalizzazione e agli ambiti di ricerca più innovativi.
Si propone quindi di costituire un punto di riferimento nazionale e internazionale per le tematiche che vi sono comprese, con attrattività esercitata verso laureati di molte università italiane e provenienti dall'estero (particolarmente ampia è la domanda, dall’estero, di approfondimento della conoscenza scientifica e dell’insegnamento della lingua italiana). Costituirà pertanto, con ogni verisimiglianza, un elemento di riconosciuta leadership della Sapienza e di RomaTre nel panorama non solo regionale, ma anche nazionale e internazionale – una tale previsione, oltre che sulla riconosciuta qualità scientifica del Collegio dei docenti, si fonda sui brillanti risultati, in termini di attrattività, precedentemente acquisiti singolarmente dalle due strutture che convergono nella proposta.
Gli obiettivi specifici dei curricula si fondano sul livello di prestigio anche internazionale degli studiosi che compongono il Collegio dei docenti, tra i più noti nel campo della linguistica italiana e internazionale (presidenti di Società Scientifiche, Accademici dei Lincei, presidenti di Commissioni di Abilitazione Nazionale, soci di istituzioni di ricerca straniere), e su una tradizione di efficiente organizzazione didattica e scientifica, fondata anche sulla comprovata efficacia gestionale (sempre nel Collegio sono presenti Direttori di Dipartimento, Presidenti di corso di Studio, ex Rettori, e persino il capo Dipartimento dell’Università del MIUR – attualmente in aspettativa).

 

 

 

 

Calendario degli eventi didattici del dottorato di ricerca